Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ATTENZIONE: POSSIBILITA’ DI MOUNTAINBIKERS IN VELOCE DISCESA.

EVITARE DI TRANSITARE DI SABATO E DI DOMENICA MATTINA

Appunto di redazione. San Martino Nord in salita, si attraversa via Sabotage in discesa e un tratto di Gongolo fino alla 14. Si scende fino allo Stradon. Si sale per la 13 facendo la PS3 in salita. Alla Polveriera si ritorna verso il San Martino Nord ma non si scende per di qua ma si attraversa fino alla 11 prendendo una delle due traverse in alto. Si fa tutta in discesa e si rientra Tot 13 – 14 k

Come alternativa e per avere un tratto fuoristrada più lungo si può non prendere la traversa alta per la 12 e scendere per la strada sassosa larga e poi a sx per il single track stretto

Panoramica

Un doppio anello che ci porterà a percorrere in salita due classici segmenti trail, il Canyon San Martino Nord e il PS3 Polveriera (descritti analiticamente qui). Faremo anche brevi tratti del Sabotage e del Gongolo in discesa. Metteremo assieme impegnativi (anche per la irregolarità del fondo) segmenti trail con tratti in cui correre in velocità e in discesa, le Prese 14 e 12 e lo Stradon del Bosc.

Sono 13 km per un dislivello positivo di 400 metri.

Chilometraggio

da tracciare

Riscaldamento per poco più di un km

Una prima ripida salita su carretera in  sterrato battuto lungo la Presa 13 800 metri Di+ 100

A dx foto 11.17  seguire cartello Respiralavita

Pianeggiante

Alla curva a dx si tiene la sx e inizia il canyon di San Martino nord

Foto 11,21 a sx

A 2  km dalla partenza

500 metri e Di+ 40 il primo tratto fino al cartello

700 metri e Di+ 70 fino al termine della 13 a ridosso della polveriera

Dritto per un single track sostanzialmente pianeggiante e con una profonda cunetta bella da correre in discesa e poi in salita

3,13 si arriva alla Militare

Si attraversa al segnale 94 si va dritti. Al primo bivio a dx

Foto 1155 a sx (secondo bivio)

Si supera l’accesso al Sabotage

E poi a sx per il tratto alto e più agevole del Canyon 2020 (single track in terra battuta ripida) fino ad incrociare la traversa Sabotage Gongolo

Qui a dx strada  più ampia e pianeggiante

Foto 12.12

Si incrocia il Gongolo in un crocicchio di sentirti foto 1215

Si va a sx

E si percorre in discesa per un centinaio di metri la parte intermedia e più scorrevole del Gongolo

Alla radura con grandi alberi foto 1219 si tiene la dx abbandonando il Gongolo fino ad arrivare alla Presa 14

Al km , 4,800 si arriva alla 14

Discesa fino a 5,800 poi lo stradon del bosc a sx fino alla Presa 13 al km 6,300

All’ingresso dell’agriturismo Rive Rosse si tiene la sx

Al bivio foto 1251 a sx e al successo a dx per il sentiero più stretto

Stretto single track in terra battuta (fango dopo la pioggia) con tratti molto ma molto ripidi per incrociare una prima volta la Militare della Polveriera

Si attraversa e si fa il secondo tratto, meno in pendenza

Ad un bivio si tiene la stradina più stretta  a sx e al successivo incrocio con la Militare si attraversa e si sale diritti molto in pendenza

Allo screenshot 1308 si può salire dal sentiero più largo che arriva da dx

Al terzo incrocio, pochi metri a dx e poi subito su a sx (vedi foto con freccia) siamo a 7,830

Single track nel fondo di un canale di scolo delle acque piovane

Quarto incrocio con la Militare si percorre in salita il breve tratto del tornante per prendere subito il sentiero, poco visibile, a sx vedi screenshot Tratto non tracciato. Difficile controllare venendo da sopra

Alla polveriera a ritroso per la traversa lungo la recinzione della polveriera fino alla 13

Km 8,80O D+ 36

Si attraversa

Si prende il canalone San Martino nord in ripida discesa fino al carrello segnaletico e qui si tiene la sx

Al bivio si passa sul ponticello in legno percorrendo in posizione elevata il canyon di San Martino nord fino ad incrociare una strada misto terra rossa e sassi larga

Foto 14.00

Al bivio si lascia la strada più ampia e si prende a sx un single track in discesa anche questo impegnativo da correre e camminare

Se al bivio ci si mantiene sulla strada principale si passa per l’accesso al canyon di San Martino e poi per la chiesetta di San Martino

Percorrendo il single track per un km e mezzo si sbuca sulla presa 12

Dislivello positivo

da tracciare

Descrizione tecnica

Senza entrare troppo nei dettagli per i quali rimandiamo alle descrizioni presenti in altri segmenti e itinerari, indichiamo qui di seguito la sequenza dei passaggi.

Dalla partenza (Volpago, parcheggio sul retro del municipio) si raggiunge lo Stradon del Bosc (un chilometro su asfalto per riscaldamento) e si prosegue per la Presa 12 San Martino in una ripida salita fino a superare la chiesetta (vedi Segmenti 100.5) e si segue il cartello del percorso per mountainbike Respiralavita per accedere al Canyon San Martino Nord da sud e percorrerlo in salita.

Il segmento San Martino Nord si sviluppa per poco meno di un chilometro per 10 metri di dislivello. Fondo stradale a tratti roccioso e altri in terra battuta che diventa fango in periodo di pioggia e con passaggi in forte pendenza.

Dopo aver percorso tutto il segmento si sbuca nella parte terminale della Presa 13, la si attraversa e si imbocca una nuova traversa in single track, sostanzialmente pianeggiante e con una profonda cunetta, bella da correre in discesa e poi in salita, fino ad arrivare sulla strada Militare nei pressi dell’acceso alla ex Polveriera. Si attraversa la Militare e ci si dirige verso il Sabotage tenendo la destra al primo bivio.

Segnalazione sulla Militare del sentiero di accesso al Sabotage

Percorrendo questa traversa, si supera l’accesso al Sabotage (cartello) e si arriva fino all’acceso al Canyon 2020 (cartello “Canyon”) che si percorre in discesa in un ripido single track fino ad incrociare un’altra traversa che, presa a destra, porta al Gongolo

rack in terra battuta ripida) fino ad incrociare la traversa Sabotage Gongolo

Qui a dx strada  più ampia e pianeggiante

Foto 12.12

Si incrocia il Gongolo in un crocicchio di sentirti foto 1215

Si va a sx

E si percorre in discesa per un centinaio di metri la parte intermedia e più scorrevole del Gongolo

Alla radura con grandi alberi foto 1219 si tiene la dx abbandonando il Gongolo fino ad arrivare alla Presa 14

Al km , 4,800 si arriva alla 14

Discesa fino a 5,800 poi lo stradon del bosc a sx fino alla Presa 13 al km 6,300

All’ingresso dell’agriturismo Rive Rosse si tiene la sx

Al bivio foto 1251 a sx e al successo a dx per il sentiero più stretto

si tiene la destra per attraversare fino al Gongolo (17) lasciando sulla sinistra l’accesso al Canyon 2020.

Si percorre il Gongolo in discesa il fino alla traversa che porta sulla Presa 14 (nota: mettere foto degli alberi e inserire nuova numerazione ).

In questa spianata si tiene la destra e si raggiunge la Presa 14

Si percorre in discesa la Presa 14 fino allo Stradon del Bosc fino all’accesso alla Presa 13 da dove si accede al PS3 Polveriera (Segmenti 100.5) fino a ritornare nuovamente sulla strada Militare.

Qui si attraversa, si ritorna all’inizio del canyon San Martino Nord (da dove eravamo arrivati prima) ma non si scenda per quel segmento ma si procede dritto

….. documentare

… fino alla Presa 11 che si percorre in discesa fino allo Stradon del Bosc per poi rientrare alla base per via Isonzo.

Punto di partenza

Volpago del Montello, parcheggio sul retro del Municipio.

Profilo altimetrico

Mappa

Traccia GPS

qui

Punti di interesse

Autore

Gianni Marconato

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *