Spread the love
     
 
 
       

Panoramica

Un breve vertical per iniziare (250 metri di dislivello nel primo chilometro e mezzo), poi attraverso prati in quota e in cresta fino alla cima del Monte Orsere, poi giù di corsa attraverso strade asfaltate prive di traffico e sentieri con fondo compatto. Un panorama ineguagliabile: la laguna di Venezia, i colli Euganei e Berici, i laghi di Revine, il massiccio del Grappa e, naturalmente, tutta la pianura trevigiana con il Piave. Un breve trail ma anche una camminata di un certo impegno. Più agevole la salita se l’anello viene percorso in senso orario. Noi, per un maggior divertimento, lo proponiamo in senso antiorario.

Chilometraggio

Km 9

Dislivello positivo

D+ 510 metri

Descrizione tecnica

Dal parcheggio si prende la strada asfaltata che sale dalla pianura e va verso Malga Mariech (Strada Mariech) fino al tornante n. 14 quando si prende a dx il sentiero sassoso in forte pendenza (Strada Fagheron, Sentiero CAI 1012b) fino al Passo Maroech e Malga Barbaria (1460 msl)

Inizio del vertical per Monte e Malga Barbaria

Il percorso è sassoso e a pascolo. La forte pendenza può consigliare un procedere a tornanti.

In vista del Monte Barbaria

Già dopo il primo chilometro si inizia a godere della meravigliosa vista sulla pianura trevigiana, sul Montello, il Piave, i colli Asolani e, all’orizzonte, la laguna di Venezia e il Lido (la fascia scura dopo quella più chiara dell’acqua della laguna).

Dopo un km e mezzo e 260 metri di dislivello si arriva alla croce.

In vista di Malga Barbaria

Arrivati sulla strada asfaltata (poco più di 2 km dalla partenza), la si attraversa per poi curvare subito a sx per il single track che per un tratto scorre parallelo alla strada principale.

L’inizio del sentiero 1008 che porta sul Monte Orsere

Qui inizia un bel passaggio tra pascoli in quota, pianura trevigiana sulla sinistra e Monte Cesen sulla destra. Un tratto di Prealpi molto suggestivo che cambia in ogni stagione.

Natura e tecnologia
In vista della cima del Monte Orsere

Per un tratto il sentiero è ben segnalato poi si può perdere la traccia ma si può tranquillamente fare un “fuoripista” seguendo l’andamento morbido della costa puntando sulle case che si vedono davanti (Lavello Basso) e dalle quali parte una stradina asfaltata che porta a valle e che avremo comunque raggiunto seguendo il sentiero tracciato (CAI 1008).

In primavera si può ammirare in questa area una straordinaria fioritura

Si procede tra i pascoli con vista sul M Cesen e il Grappa …..

…. fino ad una malga diroccata dove inizia una piccola strada asfaltata per continuare in discesa fino ad immettersi sulla strada più larga che va dal Rifugio Balcon a Malga Barbaria.

Qui si tiene la sx fino all’accesso al sentiero del Giglio (Segnaletica TV8)

e si procede in discesa passando per il borgo disabitato di Case Borri di Sotto.

Al primo bivio non seguire la direzione sentiero 1009 ma tenere la sx per attraversare il borgo e continuare in discese fino al piazzale di Pianezze.

Il Montello in tutta la sua estensione

Punto di partenza

Valdobbiadene – Pianezze, parcheggi del Piazzale Donatori di Sangue

Profilo altimetrico

Mappa

Traccia GPS

qui

Punti di interesse

Malga Barbaria

Autore

Gianni Marconato

 409 total views,  2 views today

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.