Spread the love
     
 
 
       

Panoramica

Percorso trail breve ma molto tecnico e panoramico in piene Prealpi trevigiane con partenza da Pianezze. Tutto fuori strada, con un vertical iniziale di 1,7 K con 380 D+, prevalentemente sul sentiero 1008, passando per Malga Barbaria, Malga Mariech per raggiungere attraverso una salita senza particolare impegno i 1570 metri della cima del Monte Cesen.

Si scende su sentiero ripido verso La Forcelletta per procedere, ancora in discesa, nel bosco su di un single track recentemente ripulito dai danni provocati da Vaia fino alla vecchia stazione a valle di uno skilift in funzione fino agli inizi degli anni ’80.

Da qui si procede per un’ultima salita, ripida ma breve (100 D+) fino a passare nei pressi di Malga Barbaria per poi scendere nel bosco su single track ripido e con fondo impervio fino al piazzale di sosta di Pianezze.

Un anello con salite e discese ripide, prati e boschi, con viste impressionanti, a sud sulla pianura trevigiana che si spinge nelle giornate terse fino all’Adriatico spaziando del Golfo di Trieste e l’Istria fino al Delta del Po e a nord sulla Valbelluna e le Alpi.

Chilometraggio

10 k

Dislivello positivo

600 D+

Descrizione tecnica

Dal parcheggio si prende la strada asfaltata che sale dalla pianura e va verso Malga Mariech (Strada Mariech) fino al tornante n. 14 quando si prende a dx il sentiero sassoso in forte pendenza fino al Passo Maroech e Malga Barbaria (1460 msl).

Il percorso è sassoso e a pascolo. La forte pendenza può consigliare un procedere a tornanti.

Già dopo il primo chilometro si inizia a godere della meravigliosa vista sulla pianura trevigiana, sul Montello, il Piave, i colli Asolani, i colli Euganei e Berici e, all’orizzonte, la laguna di Venezia, il Lido e il mare.

Il riflesso del mare
Il Montello e a nord il Piave quasi in secca (settembre 2022)
Il massiccio del Grappa sullo sfondo
I laghi di Revine
Sul sentiero per Malga Barbaria
In vista di Malga Barbaria
I Colli Euganei

Giunti sulla strada asfaltata davanti a Malga Barbaria si tiene la destra fino a raggiungere Malga Mariech.

Alla Malga, a fine strada asfaltata, si prende il sentiero a sinistra e si inizia a percorrere una bella cresta erbosa che porta sulla sommità del Monte Cesen.

La lunga cresta che si percorre fino a Cima Cesen e la discesa al Forcelletto

Questo è un tratto panoramico, su terreno facile, in leggera salita fino alla stazione meteo.

Qui si incontra, sul Cimone Novi, prima un cippo a ricordo della lotta dei Partigiani

…e successivamente una stazione meteorologica

Da questo punto sommitale si procede in discesa sempre lungo la cresta erbosa per poi risalire fino al 1570 metri di Cima Cesen

Dal Cima Cesen si gode un bel panorama sulla Val Belluna e sulle prime Alpi

La Val Belluna

La discesa dal Cesen è ripida e con fondo sconnesso

Arrivati al Forcelletto (da dove è possibile raggiungere Milies sul versante nord) …..

…. seguendo sempre il 1008, si prende la direzione Pianezze e Sentiero del Narciso e si scende lungo un ripido single track nel bosco recentemente (settembre 2022) ripristinato dopo i danni causati dalla tempesta Vaia fino alla stazione a valle di un vecchio skilift dismesso agli inizi degli anni ’80, un vero reperto di archeologia …turistica

Qui inizia l’ultimo tratto in salita

L’ultima salita con le antenne di Monte Barbaria

Passati sul versante sud inizia una lunga e ripida discesa su single track, si attraversa la strada asfaltata, si scavalca il guardrail (occhio) e si continua la discesa percorrendo il Sentiero dei Narcisi, un sentiero su prato costellato di narcisi.

Arrivati sulla strada asfaltata si procede per 100 metri per lasciarla e scendere sulla dx, alla freccia 1008. Dopo 200 metri e si arriva ad una sterrata e poi asfaltata per arrivare dopo 500 metri nel piazzale di Pianezze

Punto di partenza

Pianezze, piazzale Donatori di Sangue

Profilo altimetrico

Mappa

Mappa con curve di livello

Traccia GPS

qui

Punti di interesse

Autore

Gianni Marconato

 693 total views,  6 views today

Print Friendly, PDF & Email

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *